Cerca nel blog

sabato 31 maggio 2014

Comparazione degli effetti di: esercizi generici, esercizi di controllo motorio e terapia manipolativa in pazienti con lombalgia cronica.





(Ferreira et al. 2007)
Comparazione degli effetti di: esercizi generici, esercizi di controllo motorio e terapia manipolativa in pazienti con lombalgia cronica.
Trattamento: i pazienti ricevevano 12 sedute di trattamento per un periodo di 8 settimane
Esercizi generici: nei pazienti con mal di schiena gli esercizi venivano eseguiti in gruppi di 8 persone, guidate da un fisioterapista per circa 1 ora. Il programma includeva esercizi di rinforzo e stiramento per i principali gruppi muscolari, ed esercizi di fitness cardiovascolare. La lezione iniziava con una sessione di riscaldamento seguita da 10 esercizi di 1 minuto ciascuno. Dopo veniva effettuata una sessione di defaticamento, una sessione di rilassamento ed infine veniva fornito un messaggio educativo.
Esercizi di controllo motorio: ai pazienti venivano prescritti esercizi di controllo della muscolatura del tronco, tra cui il trasverso dell'addome, il multifido e la muscolatura del pavimento pelvico. Inizialmente i pazienti veniva educati a contrarre il trasverso dell'addome ed il multifido indipendentemente dalla muscolatura superficiale dell'addome, ma in concomitanza con la muscolatura del pavimento pelvico (veniva utilizzato un sistema biofeedback a ultrasuoni). La progressione avveniva introducendo posizioni maggiormente funzionali ed allenando la coordinazione dei muscoli del tronco in compiti funzionali. Il trattamento seguiva quanto proposto da: Richardson CA, Jull GA, Hides JA, Hodges P. Therapeutic exercise for spinal stabilization in low back pain. New York: Churchill Livingstone; 1999.
Terapia manipolativa: i pazienti con dolore lombare cronico venivano trattati con mobilizzazioni articolari e manipolazioni applicate al rachide o alle pelvi. I pazienti di tale gruppo non eseguivano esercizi e venivano messi in guardia dall'effettuare attività che peggiorassero la sintomatologia.
Outcome: le misure di outcome dei pazienti con lombalgia venivano prese dopo 8 settimane (al termine del programma di trattamento) e dopo 6 e 12 mesi. Le misure primarie di outcome erano: una misura specifica di funzionalità (Patient-Specific Functional Scale) e una misura di percezione globale del trattamento. Le misure secondarie di outcome erano: dolore (scala VAS) e disabilità (Roland Morris Disability
Questionnaire).

Risultati: a breve termine i pazienti lombalgici che avevano eseguito gli esercizi di controllo motorio ed il trattamento manipolativo erano migliorati maggiormente di quelli che avevano eseguito gli esercizi generici. Non si osservavano invece differenze tra i gruppi nei follow up a 6 e 12 mesi.

Ferreira, Manuela L, Paulo H Ferreira, Jane Latimer, Robert D Herbert, Paul W Hodges, Matthew D Jennings, Christopher G Maher, e Kathryn M Refshauge. 2007. «Comparison of General Exercise, Motor Control Exercise and Spinal Manipulative Therapy for Chronic Low Back Pain: A Randomized Trial». Pain 131 (1-2): 31–37. doi:10.1016/j.pain.2006.12.008.

Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel blog