Cerca nel blog

giovedì 12 giugno 2014

Sindrome da conflitto subacromiale stadio I e II di Neer.







 sindrome da conflitto subacromiale stadio I e II di Neer.
Trattamento:
3 gruppi sperimentali: A) auto-trattamento domiciliare B) fisioterapia convenzionale C) Supporto ortopedico funzionale. Il programma di esercizi per i gruppi A) e B) è stato scelto in funzione della valutazione clinica ed elettromiografica. All three groups were treated over a period of 12 weeks. In addition to the therapy regimen, the patients were advised to avoid overhead sports and overhead work. After the 12-week period, they were told to use their shoulders normally without any limitation.
A) Auto-trattamento domiciliare
Ai pazienti veniva insegnato un programma standardizzato di autotrattamento di esercizi di centraggio e di stiramento per le spalle. Il programma era predisposto in funzione della valutazione clinica iniziale. Le istruzioni per gli esercizi venivano stampate con il software PhysioTools (PhysioTools Sverige, Malmo, Sweden) (fig. 1) e consegnate ai pazienti. Per la maggior parte degli esercizi veniva usato un Thera-Band elastico, scelto in funzione della misura iniziale di forza. Il programma di autotrattamento veniva insegnato ai pazienti da fisioterapisti in un massimo di 4 sessioni. I pazienti venivano istruiti a eseguirei il programma almeno 5 volte alla settimana per 10-15 minuti.
Figura 1): esempi di illustrazioni degli opuscoli per pazienti sottoposti al programma di autotrattamento personalizzato. Le istruzioni per ogni box sono le seguenti: A) Mettersi seduti, con le braccia vicine al corpo e i gomiti flessi ad angolo retto. Avvolgere il Thera-Band attorno ad entrambe le cosce ed entrambi i polsi, come mostrato in figura. Tirare le scapole indietro e spingere lo sterno in avanti. Ruotare leggermente gli avambracci verso l'esterno. Mantenere la tensione per 8-10 secondi. Ripetere l'esercizio 10 volte. B) Mettersi a sedere su uno sgabello o un pallone terapeutivo. Avvolgere il Thera-Band attorno ad entrambe le cosce. Stendere entrambi gli arti superiori lungo il corpo, portare le scapole verso il basso mentre si spingono le punte delle dita verso il pavimento, mantenere gli arti superiori diritti e allontanarli dal corpo di 10 centimetri. Mantenere la tensione per 10 secondi. Ripetere questo esercizio per 10 volte. C) Mettersi seduti e posizionare entrambi i gomiti su un tavolo. Afferrare il Thera-Band con entrambe le mani, creando una leggera tensione. Stirare il Thera-Band verso l'esterno senza muovere i gomiti dal tavolo. Mantenere la tensione per 10 secondi. Prestare attenzione a mantenere la schiena ben verticale durante l'esecuzione di questo esercizio. Ripetere l'esercizio per 10 volte. D) Mettersi seduti o in piedi. Afferrare il Thera-Band con entrambe le mani, lasciandolo corto e creando una buona tensione. Quindi tirare il Thera-Band avvicinando le scapole. Ripetere l'esercizio 10 volte.
E) In piedi afferrare i capi del Thera-Band le mani. Stendere gli arti superiori verso il basso e tirare indietro il Thera-Band con entrambe le mani, avvicinando le scapole alla colonna vertebrale. Spingere lo sterno in avanti e in alto. Mantenere la tensione per 10 secondi. Ripetere l'esercizio 10 volte. F) Da seduti, afferrare il bordo di una sedia con una mano e stendere l'altro avambraccio sopra la testa, posizionando la mano sull'orecchio come mostrato in figura. Flettere il corpo nella stessa direzione della testa per creare una leggera tensione nei muscoli del collo. Mantenere la posizione per 15 secondi. Ripetere l'esercizio 2 volte per ogni lato. G) Posizionare una mano su un tavolo e tenere un peso da 1 Kg nell'altra, come mostrato in figura. Oscillare l'arto superiore come un pendolo, approssimativamente di 10-20 cm in varie direzioni. Continuare l'esercizio per 3-5 minuti. H) In piedi stringere un asciugamano sotto l'ascella, afferrare il polso con la mano opposta portando l'arto superiore di fronte al corpo e tirandolo delicatamente verso il basso. Mantenere la tensione per 15 secondi, ripetere 3 volte.
B) Fisioterapia convenzionale
Ai pazienti sono state prescritte 10 sessioni di fisioterapia che consistevano in un training di centraggio per la cuffia dei rotatori. Veniva aggiunto dello stretching in caso di qualsiasi limitazione nell'escursione articolare. Ulteriori prescrizioni venivano date ai pazienti dai loro medici di famiglia. I pazienti eseguivano la fisioterapia 2-3 volte alla settimana.
C) Supporto ortopedico funzionale per 12 h al giorno (in media)
I pazienti venivano forniti di un supporto ortopedico funzionale (Coopercare Lastrap; Coopercare Inc, Toronto, Ontario, Canada). Venivano quindi istruiti su come utilizzare il supporto, e detto loro di utilizzarlo il più a lungo possibile durante il giorno, e se confortevole anche durante la notte. Il supporto da spalla Coopercare Lastrap consiste in una manica di cotone e in alcune imbottiture speciali in Thermovibe. Gli effetti presunti del supporto sono l'assorbimento delle vibrazioni e l'accumulo del calore. Il supporto viene fissato con 2 cinghie elastiche in velcro. Le indicazioni per l'utilizzo del supporto sono: tendiniti croniche, borsiti, lesioni da sovrautilizzo, sindrome da conflitto, e artrosi in fase precoce (fig. 3).
Figura 3) Supporto ortopedico da spalla Coopercare-Lastrap.

Risultati:
In tutti e 3 i gruppi si è avuto un miglioramento significativo nella funzionalità della spalla (Constant-Murley score) e nella riduzione del dolore (VAS). Non si sono rilevate differenze statisticamente significative tra i gruppi sperimentali. L'effetto comparabile del supporto ortopedico non è chiaro, e può essere spiegato con l'influenza sulla propriocezione.



Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel blog